Corsi di inglese personalizzati per privati e per l'impresa
Corsi di inglese personalizzati per privati e per l'impresa 

 

Sono un docente libero professionista di lingua e cultura inglese, Dottore di Ricerca in Lingua e Letteratura Inglese, che insegna privatamente e a livello aziendale.

 

Ho iniziato la mia attività insegnando in grandi aziende e società del Veneto (tra le quali, Forall Pal Zileri, Siemens, Gruppo Mastrotto, Artoni) a tutti i livelli, talora collaborando con agenzie di formazione professionale e linguistica, talora privatamente. Col tempo si sono aggiunte altre aziende di piccole e medie dimensione. Ciò mi ha dato la possibilità di sperimentare diversi tipi di realtà commerciali.

 

All'insegnamento aziendale ho presto associato quello privato individuale e a due, da principante a intermedio avanzato, e con varie modalità e approcci.

 

Dal 2014 sono l'organizzatore didattico e docente dei corsi di inglese di gruppo organizzati dall'incubatore di imprese Crazy Lab, a Piove di Sacco (PD).

 

Il mio primo approccio con l'inglese risale ai tempi delle elementari. Da allora non ho più smesso di studiarlo: scuola media, liceo, università, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere con specializzazione in inglese e infine, Dottorato di ricerca in Lingua e Letteratura Inglese con esperienza (meravigliosa!) presso la University of Cambridge, UK. 

 

Il mio ufficio si trova al nr. 2 dell'incubatore Crazy Lab, a Piove di Sacco, quartiere S. Anna, in via F. Petrarca 31.

Crazy Lab: www.crazylab-ventures.com

 

E se vi può interessare sapere qualcos'altro di me...

 

Needless to say, l'inglese è la mia grande passione. Credo di aver contratto la "malattia" quando, in prima media, ascoltai per la prima volta Money for Nothing, una compilation dei Dire Straits. Quella lingua, oltre alla musica, mi affascinava tremendamente.

Poi, a ruota libera, i testi surreali, e a volte incomprensibili, di Bob Dylan, quelli "sobri" di Mark Knopfler, Roger Waters nei Pink Floyd, Dracula di Bram Stoker e la sua struttura narrativa, i vampiri nel folklore spiegati meravigliosamente dall'antropologo Paul Barber (Vampires, Burial and Death), il Medioevo e Jacques Le Goff (opportunamente tradotto in inglese!), la letteratura e il periodo tardo-Vittoriano (Sherlock Holmes, Guy Boothby, Jack the Ripper) ed elisabettiano (Powder Treason, Elisabeth I), Shakespeare, il gotico e il neogotico letterario, The Remains of the Day di K. Ishiguro, il cinema (Kubrick, Tim Burton, Woody Allen, tra gli altri), alcuna saggistica politico-sociale (N. Chomski, Z. Bauman), economica (P. Krugman, J. Stiglitz - a volte proprio ostica, devo ammettere), "ambientale" (L. Brown), Michael Pollan e la sua idea di cibo e nutrizione (The Omnivore's Dilemma, An Eater's Manifesto) la figura storica di Gesù di Nazareth (E. P. Sanders, R. Aslan, G. Vermes) e quella, sempre storica, di San Francesco d'Assisi (A. Thompson, A. Vauchez), la letteratura da viaggio, Londra ma soprattutto lo Yorkshire e Whitby, la lettura settimanale del TIME o del New Yorker, e una voglia sempre viva ed insoddisfatta di poter viaggiare molto, ma molto di più... 

                                     

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Emilio Zampieri English - emilio.zampieri@gmail.com, 347 2208699. P.IVA 04622620286 - Informativa sulla privacy e sull'uso dei cookie